Iscrizione

Servizi

Archivio

Convenzioni


Assicurazione obbligatoria. Presentato emendamento per spostare di un anno l'obbligo. Oggi il via libera alla Camera

Redazione, Il Giornale delle Partite IVA, 18/07/2013

tag: assicurazione professionale, obbligo, cup, ordine professionale, decreto fare

Proroga last minute in arrivo - un anno in più di tempo - per l'obbligo dei professionisti di stipulare una polizza assicurativa che copra i rischi della prorpria attività nei confronti dei clienti: doveva entrare in vigore il 15 agosto prossimo ma un emendamento presentato martedì sera dal Governo al decerto legge Fare (Dl 69/2013) e ieri all'esame della Commissione Affari costituzionali alla Camera ha prorogato il termine di un anno, spostandolo al 15 agosto 2014.

Il testo del Dl 69 va in aula oggi Montecitorio per il primo via libera, dunque la proroga sarà ufficiale solo con la conversione in legge, verso l'inizio di agosto; ma il ritardo dei professionisti nell'adeguarsi all'obbligo e la diffusa richiesta del settore fa ritenere che questa norma, se approvata oggi dalla maggioranza di governo, non sarà più messa in discussione.

Accogliamo con favore la presentazione di questo emendamento che come Cup abbiamo sollecitato. L'entrata in vigore dell'obbligo di assicurazione a metà agosto sta creando problemi tecnici in quei casi in cui c'è difficoltà' ad assicurare un alto livello di protezione e un costo conveniente. Cosi' Marina Calderone, presidente del Comitato unitario delle professioni (Cup) e del Consiglio nazionale dell'Ordine dei consulenti del lavoro, commenta con Labitalia l'emendamento al decreto del fare che concede ai professionisti un anno in più di tempo per far scattare l'obbligatorietà della polizza assicurativa, prevista dal dpr 137/2012 e attualmente fissata al 15 agosto 2013.

Lo sforzo di tutti i Consigli nazionali - sottolinea - è infatti quello di definire le convenzioni migliori per tutelare in primis i giovani. E i contenuti dell'emendamento vanno proprio in questa direzione. In discussione, ovviamente, non c'è la validità dell'obbligo, che va nella direzione di tutelare cittadini e professionisti. Ma è altrettanto evidente la necessità di un'ulteriore proroga di alcuni mesi per consentire a tutti i Consigli nazionali di poter fare le scelte migliori in base ai nuovi criteri previsti.

L'emendamento del Governo modifica il Dpr 137/2012 e proroga al 15 agosto 2014 il termine per la stipula delle assicurazioni obbligatorie per i professionisti, attualmente fissato al 15 agosto 2013. L'emendamento prevede anche che le convenzioni collettive negoziate dai consigli nazionali e dagli enti previdenziali dei professionisti previste dal medesimo articolo 5 del decreto del Presidente della Repubblica n. 137 del 2012 debbano tener conto dei seguenti criteri:

a) obbligo delle compagnie ad assicurare il professionista richiedente;
b) possibilità per le compagnie di disdettare la polizza o di incrementare il premio solo a seguito dell'accertamento effettivo della responsabilità professionale;
c) divieto di applicazione di clausole unilaterali o vessatorie;
d) competenza specifica dei periti assicurativi chiamati a valutare la responsabilità del professionista;
e) adeguata valutazione delle specifiche caratteristiche di ciascuna professione.



Social Network

I soci possono interagire su

Cerca

Cerca tra i contenuti presenti nel sito


 

CSS Valido!